01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

TERRANOVA SAPPIO MINULIO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 8,99 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 250 mt
  • Abitanti: 547
  • Densità: 60,85 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 19' 14,29''
  • Longitudine: 16° 0' 24,26''
  • Prefisso telefonico: 0966
  • C.A.P.: 89010
  • Codice ISTAT: 080094
  • Codice catasto: L127

STORIA

Anticamente si chiamò Sappo Minulio, nome di cui non si conoscono le origini. Decaduta e quasi abbandonata, registrò una ripresa quando vi si trasferirono i profughi di Taureana, che era stata devastata dai saraceni. Da allora e fino al 1864, quando assunse la denominazione attuale, si disse Terranova, toponimo di chiara etimologia. Dall’epoca normanna acquistò grande importanza e fu munita di una possente cinta muraria. Infeudata, sul finire del XIII secolo, a Ruggero di Lauria, costituì una della principali contee del Napoletano. In seguito passò a Nicolò Joinville, a Roberto Sanseverino, a Saladino Santangelo, a Giovan Battista Caracciolo di Gerace e a Marino Correale. All’inizio del Cinquecento, divenne ducato dei Cordova, ai quali subentrarono i de Marinis e i Grimaldi, principi geracesi, che ne conservarono il possesso dalla seconda metà del XVI secolo fino all’abolizione del feudalesimo. Ebbe molto a soffrire per la guerra franco-spagnola. Distrutta dal terremoto della seconda metà del Settecento, fu riedificata più a sud. Compresa nel cantone di Seminara, ai tempi della Repubblica Partenopea, con le riforme amministrative attuate dai francesi, al principio del XIX secolo, fu inclusa dapprima tra le università del cosiddetto governo di Oppido Mamertina e poi tra i comuni del circondario di Casalnuovo. Dal 1928 al 1946 fu unita a Taurianova. Tra i monumenti spicca la chiesa parrocchiale di San Martino, in cui si possono ammirare interessanti sculture tombali, di stile gotico, e altre pregevoli opere d’arte rinascimentali.

STEMMA

DESCRIZIONE

Comune di pianura, di antiche origini, con un’economia di tipo essenzialmente agricolo. I terranovesi, con un indice di vecchiaia nella media, risiedono per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione è quasi tutto concentrato nella località Scrofario. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con accentuate differenze di altitudine. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, non mostra segni di espansione edilizia, conservando un aspetto rurale; il suo andamento plano-altimetrico è pianeggiante. Sullo sfondo argentato dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, campeggia un cavaliere munito di un’armatura completa, raffigurato nell’atto di trottare in sella a un cavallo morello.

ECONOMIA

Viste le piccole dimensioni della comunità, non vi sono particolari strutture burocratiche: le uniche attività del genere che vi si svolgono sono quelle connesse al funzionamento dell’ufficio postale e del municipio. Per l’assenza sul posto della stazione dei carabinieri, le funzioni di autorità di pubblica sicurezza sono, all’occorrenza, esercitate dal sindaco. L’agricoltura si basa sulla produzione di ortaggi, olive, agrumi e altra frutta; parte della popolazione si dedica anche alla zootecnia, prediligendo l’allevamento di suini. Le attività industriali, limitate a qualche piccola impresa edile, sono pressoché irrilevanti. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una modesta rete distributiva completa il panorama del terziario. Non si registrano strutture sociali, sportive e per il tempo libero degne di nota. Nelle scuole locali si impartisce soltanto l’istruzione materna ed elementare; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Non vi sono strutture ricettive. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

L’aria salubre, la tranquillità del luogo, la genuinità dei suoi prodotti e le bellezze dell’ambiente naturale costituiscono valide risorse, il cui sfruttamento potrebbe portare a un incremento della presenza turistica nella zona. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto, costretta ogni giorno a raggiungere le aree più sviluppate. I rapporti con i comuni vicini sono molto intensi; a essi gli abitanti si rivolgono anche per frequentare le altre scuole dell’obbligo e gli istituti d’istruzione secondaria di secondo grado e usufruire dei servizi non disponibili localmente. Tra le manifestazioni tradizionali meritano di essere citate: le fiere del 29 aprile e del 4 maggio e la sagra delle melanzane, che si svolge il 15 agosto. La festa patronale, dedicata al Santissimo Crocefisso, viene celebrata il 3 maggio.

LOCALITA'

Scrofario.

LOCALIZZAZIONE

Si estende nella parte centrale della provincia, sulle propaggini dell’Appennino calabro, ai margini della piana di Gioia Tauro, sul versante settentrionale del massiccio dell’Aspromonte, alla sinistra del torrente Marro, tra Taurianova, Molochio e Varapodio. A 7 km dalle strade statali n. 536 di Acquaro e n. 111 di Gioia Tauro e Locri, può essere raggiunta anche percorrendo la diramazione di quest’ultima, che ne attraversa il territorio. L’autostrada più vicina è la A3 Salerno-Reggio Calabria, cui si accede dal casello di Gioia Tauro, distante 17 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Cinquefrondi-Palmi, si trova a 6 km. Il collegamento con la rete del traffico aereo è assicurato dall’aeroporto posto a 70 km; quello di Napoli/Capodichino è a 469 km. Il porto più vicino dista 21 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 69 e 57. Inserita in circuiti commerciali, gravita soprattutto sul capoluogo provinciale, su Palmi e su Taurianova per il lavoro, il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Taurianova
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Terranova Sappo Minùlio
  • Ospedale: a Taurianova
  • Carabinieri: a Molochio
  • Guardia di finanza: a Taurianova
  • Vigili del fuoco: a Palmi
  • Tribunale: a Palmi
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu