Crea sito

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

STILO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO STILO

INDIETRO

SCHEDA


  • Superficie: 78,49 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 400 mt
  • Abitanti: 2.732
  • Densità: 34,81 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 28' 36,53''
  • Longitudine: 16° 28' 4,92''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89049
  • Codice ISTAT: 080092
  • Codice catasto: I956

 


STORIA

Le sue origini sono collegate alla distruzione di Caulonia, colonia achea, devastata dal tiranno siracusano Dionigi, nel IV secolo a.C. Il toponimo, derivante dal greco “stulos”, ‘colonna’, allude forse a una colonna posta lungo un antico percorso. Dal X secolo fu uno dei centri bizantini più importanti della Calabria. Oppostasi tenacemente all’invasione dei normanni, fu fortificata in epoca angioina. Sotto gli aragonesi entrò a far parte del regio demanio, combattendo contro i Carafa di Nocera e i Concublet di Arena, che cercavano di impadronirsene. Compresa nel cantone di Satriano, ai tempi della Repubblica Partenopea, con le riforme amministrative attuate dai francesi, all’inizio dell’Ottocento, fu elevata a capoluogo dapprima di un cosiddetto governo, comprendente diverse università, e poi di un circondario, con giurisdizione estesa su vari comuni. Annessa all’Italia unita, al termine del restaurato dominio borbonico, partecipò alle successive vicende nazionali e internazionali. Tra le testimonianze storico-architettoniche spiccano: la Cattolica, uno dei monumenti bizantini più prestigiosi della regione, risalente al X secolo, con un’originale struttura a pianta quadrata, sovrastata da cupolette cilindriche e con un elegante esterno in mattoni rossi; la cattedrale, ora duomo, del XIII-XIV secolo, con un bel portale gotico e, all’interno, altari barocchi e pregevoli tele sei-settecentesche; la chiesa di San Francesco, del Settecento; quelle di San Giovanni e San Domenico; la fontana barocca “dei delfini”; la chiesetta di San Nicola da Tolentino; il castello, che si erge in posizione dominante; i resti della chiesa di San Giovanni vecchio e numerose grotte adibite a chiese basiliane.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro rivierasco, ubicato in collina e di antiche origini, che alle tradizionali attività agricole ha affiancato una modesta presenza dell’industria e del terziario. Gli stilesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione è quasi tutto distribuito tra numerosissime case sparse e le località Bordingiano, Caldarella, oltre che in vari nuclei urbani minori. Il territorio, in cui sgorga una sorgente di acqua minerale curativa, comprende anche l’isola amministrativa Ferdinandea; il suo profilo geometrico è irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.415 metri di quota; le aree Casemusco-Sanleonte, Pasqualina e Salella sono in contestazione rispettivamente con Camini, Pazzano e Brognaturo (VV); quelle Faro e Guercia sono oggetto di contesa con Monasterace. L’abitato, con un nucleo storico discretamente conservato, è interessato da una forte crescita edilizia; disposto a gradinate, ha un andamento plano-altimetrico vario.

ECONOMIA

È sede, tra l’altro, della Comunità montana, di Pro Loco, carabinieri e corpo forestale. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive e frutta, soprattutto uva e agrumi; si allevano bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti alimentare (tra cui quello della lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi), edile e dei materiali da costruzione. Non è presente il servizio bancario; una modesta rete commerciale, assicurazioni e fondi pensione completano il panorama del terziario. È possibile frequentare le scuole dell’obbligo; per l’arricchimento culturale si può usufruire della biblioteca civica e del museo di archeologia industriale e della cultura materiale. Le strutture ricettive offrono possibilità sia di ristorazione che di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non figuri tra le mete turistiche più celebrate della zona, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare le specialità gastronomiche locali e godere delle bellezze dell’ambiente naturale, arricchito dalla presenza di un fitto bosco. Tra gli eventi ricorrenti vanno citati: il mercato settimanale del martedì; la fiera dell’Epifania; il concerto di musica classica, a maggio; l’infiorata e la fiera di San Giovanni, a giugno; l’antico palio di Ribusa, dal 31 luglio al 2 agosto; la festa di San Rocco, il 16 agosto, e quella dell’Immacolata, l’8 dicembre. Il Patrono, San Giorgio, si festeggia il 23 aprile. Vi nacque il filosofo Tommaso Campanella (1568-1639). È stata patria anche dei genitori di S. Giovanni Therestìs, che a sua volta vi trascorse gran parte della sua vita.

LOCALITA'

Bordingiano, Caldarella, Casemusco-San Leonte, Faro, Ferdinandea, Gatticello, Guercia, Marone, Pasqualina, Pruppà, Quote Roseto, Rosito, Salella.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dal torrente Stilaro, si estende nella parte nord-orientale della provincia, a confine con quelle di Catanzaro e Vibo Valentia, nell’entroterra della costa ionica, alle pendici del monte Consolino. Attraversata dalla strada statale n. 110 di Monte Cucco e Monte Pecoraro e a 15 km dalla statale n. 106 Jonica, è raggiungibile anche con l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, dall’uscita di Serre, distante 60 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 15 km. L’aeroporto è a 137 km; quello di Napoli/Capodichino si trova a 464 km. Il porto di riferimento dista 73 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 136 e 130. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Stilaro Allaro”, gravita prevalentemente sul capoluogo provinciale, su Locri e su Siderno per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Monasterace
  • Porto: a Vibo Valentia, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Stilo
  • Ospedale: a Siderno
  • Carabinieri: a Stilo
  • Guardia di finanza: a Monasterace
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui

NEWS

Newz.it
Stilo (Reggio Calabria). Di seguito una nota di Antonio Marrapodi, segretario provinciale pro tempore dell'Italia dei Valori. Nella seduta consiliare di insediamento del nuovo Consiglio comunale di Stilo, celebrata nell'aula consiliare,...
ANSA.it
La vittima viaggiava sul sedile anteriore destro di una 'Fiat Stilo' insieme a tre amici, tutti materani. Per cause in corso di accertamento, la vettura ha sbandato e si e' ribaltata piu' volte sulla carreggiata andando ad impattare contro un muro a ...
CN24 (Comunicati Stampa)
Ignoti la scorsa notte hanno dato alle diamme due auto, una Fiat Stilo e un furgone Peugeot di proprietà di FB, 61 anni, macellaio. Il fatto è avvenuto lungo la strada provinciale Ricadi-Tropea in località "Gurdurello". Al momento dell'incendio gli ...
TheAppleLounge
Un altro elemento di interesse per il brevetto è invece un riferimento agli stilo. Sempre indicati da Apple come il metodo scorretto per interagire con un display (ricorderete Jobs alla presentazione del primo iPhone sostenere che il dito fosse il ...

Torna ai contenuti | Torna al menu