01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

SAN LUCA

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • uperficie: 104,10 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 250 mt
  • Abitanti: 4.112
  • Densità: 39,50 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 8' 47,7''
  • Longitudine: 16° 3' 51,80''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89030
  • Codice ISTAT: 080074
  • Codice catasto: H970

STORIA

Fu fondata, sul finire del XVI secolo, dagli abitanti dell’antica Potamia, abbandonata perché minacciata dalle frane. Il toponimo riflette il nome del Santo Patrono. La baronia di Potamia, dopo essere stata assoggettata alla signoria dei Marullo di Condojanni, dei Di Giovanni e dei Del Negro, dalla seconda metà del Cinquecento appartenne ai Di Loffredo, ai Gregoraci, ai Marchese, ai Gambacorta e ai Clemente. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, all’inizio del XIX secolo, fu inclusa dapprima tra le università del cosiddetto governo di Ardore e poi tra i comuni del circondario facente capo a questo centro, nella cui giurisdizione fu mantenuta anche dai Borboni. La storia successiva all’ingresso nel Regno d’Italia non fa registrare avvenimenti di rilievo. Tra le testimonianze storico-architettoniche spiccano: i resti di Potamia, distrutta dal terremoto della seconda metà del Settecento; la chiesa parrocchiale, in cui si può ammirare, tra l’altro, una pregevole tela, del XVII secolo; il santuario della Madonna di Polsi, fatto costruire da Ruggero il Normanno, intorno alla metà del 1100; alcuni edifici settecenteschi, con bei portali; la chiesetta di San Giorgio, di origine bizantina; i resti di un castello medievale e quelli di una villa romana, dell’età imperiale, in località Palazzi.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro montano, di origini relativamente recenti, la cui economia si basa sulle tradizionali attività agricole. I sanluchesi, che presentano un indice di vecchiaia inferiore alla media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce tra diverse case sparse e le località Ricciolio, Ientile e Vorea. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.955 metri di quota. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, è interessato da una forte crescita edilizia; il suo andamento plano-altimetrico è vario.

ECONOMIA

Oltre che degli uffici deputati al funzionamento dei normali servizi municipali e postali, è sede di carabinieri e corpo forestale. L’agricoltura si basa sulla produzione di cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta; è praticato anche l’allevamento di bovini, suini, ovini e caprini. Le attività industriali sono limitate a qualche piccola impresa edile. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una rete distributiva, di dimensioni modeste ma sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della comunità, completa il panorama del terziario. Non si registrano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. Nelle scuole locali si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Non vi sono strutture ricettive. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico; per le altre prestazioni occorre rivolgersi altrove.

PUNTI DI INTERESSE

L’aria salubre, la genuinità dei prodotti del luogo, le bellezze dell’ambiente naturale e la vicinanza alla costa ionica costituiscono valide risorse, il cui sfruttamento potrebbe portare a un incremento della presenza turistica nella zona. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le sue attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto, costretta ogni giorno a raggiungere le aree più sviluppate. I rapporti con i comuni del circondario sono molto intensi; a essi la popolazione si rivolge anche per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili localmente. Tra le manifestazioni tradizionali, che animano il centro, richiamando visitatori dai dintorni, meritano di essere citati: il concerto di musica classica, a marzo; la festa della Madonna della Montagna, a Polsi, con pellegrinaggio al santuario, il 2 settembre, e la fiera che si svolge dal 14 al 16 ottobre. Il mercato settimanale si tiene il venerdì. Il Patrono, San Luca, si festeggia il 18 ottobre. Ha dato i natali allo scrittore Corrado Alvaro (1895-1956).

LOCALITA'

Ientile, Ricciolio, Santuario di Polsi, Vorea.

LOCALIZZAZIONE

Si estende nella parte centrale della provincia, sul versante ionico, ai margini del massiccio dell’Aspromonte, alle pendici del monte Pietra di Febo, vicino al Parco Nazionale dell’Aspromonte, tra Samo, Sant’Agata del Bianco, Casignana, Bovalino, Benestare, Careri, Santa Cristina d’Aspromonte, Scido, Delianuova e Cosoleto. A 11 km dalla strada statale n. 106 Jonica, può essere raggiunta anche percorrendo la statale n. 112 d’Aspromonte e l’omonima diramazione, che si snodano rispettivamente a 14 e a 12 km. L’autostrada più vicina è la A3 Salerno-Reggio Calabria, cui si accede dal casello di Rosarno, distante 73 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 14 km. Il collegamento con la rete del traffico aereo è assicurato dall’aeroporto posto a 90 km; quello di Napoli/Capodichino è a 513 km. Il porto di riferimento dista 68 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 94 e 105. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Aspromonte Orientale”, ha nel capoluogo di provincia e in Locri i principali poli di gravitazione per il lavoro, il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bovalino
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a San Luca
  • Ospedale: a Locri
  • Carabinieri: a San Luca
  • Guardia di finanza: a Bianco
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu