01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

SAN GIORGIO MORGETO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 35,05 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 512 mt
  • Abitanti: 3.322
  • Densità: 94,78 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 23' 9,78''
  • Longitudine: 16° 6' 25,38''
  • Prefisso telefonico: 0966
  • C.A.P.: 89017
  • Codice ISTAT: 080071
  • Codice catasto: H889

STORIA

Stando a quanto tramandato da Strabone e da Plinio, andrebbe identificata con l’antica Morgete, fondata dall’omonimo re, successore di Italo. Studiosi più recenti ritengono, invece, che l’abitato sia sorto nei pressi di questa località, già scomparsa, e ai piedi di una preesistente fortezza, all’epoca dello spopolamento della costa, conseguente alle incursioni saracene. In passato si chiamò anche San Giorgio di Polistena, per aver fatto parte del territorio polistenese. Il toponimo riflette il nome del Santo Patrono. La specificazione, aggiunta con un regio decreto del 1864, vuole sottolineare il legame con la vecchia Morgezia. Elevata a baronia, nel XIV secolo, fu assegnata dalla regina Giovanna ai Caracciolo di Gerace, ai quali subentrarono i Correale, i Milano, i de Cardona e di nuovo i Milano che, insigniti del titolo di marchesi, la tennero fino all’abolizione del feudalesimo. Notevoli furono i danni causati dal terremoto della seconda metà del Settecento. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, all’inizio del XIX secolo, fu inclusa dapprima tra le università del cosiddetto governo di Oppido Mamertina e poi tra i comuni del circondario di Polistena. La storia post-unitaria si confonde con quella del resto della regione. Tra le testimonianze storico-architettoniche spiccano: i resti del castello medievale, del IX-X secolo, ricostruito in epoca pre-rinascimentale; il complesso conventuale dei padri domenicani, della fine del Trecento, rimaneggiato nei secoli successivi, con un chiostro e l’annessa chiesa di San Domenico, contenente, tra l’altro, una settecentesca statua lignea del Santo; la chiesa parrocchiale, con un bellissimo coro, del XVIII secolo; il palazzo Fazzari, del Settecento, e una fontana monumentale, in granito, risalente al XV secolo.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro montano, di probabili origini medievali, che alle tradizionali attività agricole ha affiancato modeste iniziative industriali e terziarie. I sangiorgesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, risiedono per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce in numerose case sparse. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate. L’abitato, che conserva un aspetto medievale, non mostra segni di espansione edilizia; disposto a gradinata, sorge su un colle, alla cui sommità si trovano i ruderi di un castello, circondati da una pineta; il suo andamento plano-altimetrico è leggermente vario. Sullo sfondo dorato dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, domina l’immagine di San Giorgio a cavallo, nell’atto di calpestare un drago verde, trafitto, in ventre, dalla lancia impugnata dal Santo.

ECONOMIA

Oltre che dei consueti uffici municipali e postali, è sede di Pro Loco, carabinieri e corpo forestale. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive e agrumi; si allevano bovini, suini, caprini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti alimentare, edile e della fabbricazione di mobili e laterizi. Rinomata, accanto alla produzione artigianale di cestini, è quella di liquori e profumi, che vengono commercializzati anche all’estero. È presente il servizio bancario; una sufficiente rete distributiva completa il panorama del terziario. Non si registrano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. È possibile frequentare le scuole dell’obbligo; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. La capacità ricettiva è limitata alla sola ristorazione. Il servizio sanitario è assicurato dalla farmacia.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non figuri tra le mete turistiche più celebrate della zona, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare i genuini prodotti locali e godere di una suggestiva cornice paesaggistica. Intrattiene rapporti non molto intensi con i comuni vicini, ai quali la popolazione si rivolge per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non forniti sul posto. Tra le manifestazioni tradizionali meritano di essere citati: il concerto di musica classica, ad aprile; i riti della settimana Santa; la feste di San Giovanni, il 24 giugno e a settembre; la fiera della prima domenica di luglio e il presepe animato, dal 25 dicembre al 6 gennaio. Il mercato settimanale si svolge il martedì. Il Patrono, San Giorgio, si festeggia il 23 aprile.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dal torrente Vocale, si estende nella parte settentrionale della provincia, sui monti dell’Appennino calabro, alle falde del contrafforte che collega l’altopiano delle Serre al massiccio dell’Aspromonte, alle pendici del monte Cappellano, alla sinistra del torrente Jerapotamo, vicino al passo di Limina, tra Cittanova, Canolo, Mammola, Cinquefrondi e Polistena. A 18 km dal casello di Rosarno, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è raggiungibile anche con le strade statali n. 536 di Acquaro e n. 281 del passo di Limina, i cui tracciati si snodano rispettivamente a 6 e a 8 km. La linea ferroviaria Cinquefrondi-Palmi ha uno scalo sul posto, situato a 3 km. L’aeroporto di riferimento si trova a 76 km; quello di Napoli/Capodichino è a 461 km. Il porto più vicino dista 23 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 76 e 63. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Versante tirrenico settentrionale”, gravita soprattutto sul capoluogo provinciale, su Palmi e su Polistena per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a San Giòrgio Morgeto
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a San Giòrgio Morgeto
  • Ospedale: a Polistena
  • Carabinieri: a San Giòrgio Morgeto
  • Guardia di finanza: a Taurianova
  • Vigili del fuoco: a Polistena
  • Tribunale: a Palmi
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu