01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

SAMO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 50,11 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 280 mt
  • Abitanti: 953
  • Densità: 19,02 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 4' 21,18''
  • Longitudine: 16° 3' 27,71''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89030
  • Codice ISTAT: 080070
  • Codice catasto: H013

STORIA

Un tempo chiamata Crepacuore o Crepacore (dal calabrese “crepari”, ‘crepare, spaccarsi’, riferito a fenditure del terreno), nel XVI-XVII secolo cambiò il nome in Precacore. Il toponimo attuale, assunto con un regio decreto del 1911, si rifà alla leggenda secondo cui il borgo, che avrebbe dato i natali a Pitagora, sarebbe stato fondato da abitanti dell’omonima località greca, giunti fortunosamente sulla costa ionica. Capoluogo di una baronia posta sotto la signoria dei Marullo di Condojanni, sul finire del Quattrocento, passò in seguito agli Squarciafico. Tornata ai Marullo, nel corso del XVI secolo, appartenne successivamente ai Tranfo e ai de Franco, che ne conservarono il possesso fino al crollo del sistema feudale. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, all’inizio dell’Ottocento, fu dapprima inclusa tra le università del cosiddetto governo di Bianco e poi elevata a comune autonomo. Già distrutta dal sisma della seconda metà del XVIII secolo, fu devastata anche dal terremoto del principio del Novecento e ricostruita nel sito attuale. Tra i monumenti figurano: le rovine del vecchio abitato, situate dall’altra parte del vallone di Santa Caterina, e i ruderi di una rocca medievale, detta di Pitagora, sul monte Castello.

STEMMA

DESCRIZIONE

Comune montano, di origini medievali, con un’economia di tipo essenzialmente agricolo. I samesi, che presentano un indice di vecchiaia di poco superiore alla media, sono quasi tutti concentrati nel capoluogo comunale. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.955 metri di quota; l’area Ferraina-Iofrida-Litri è in contestazione con Sant’Agata del Bianco. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, è interessato da una forte crescita edilizia; situato su un ripiano arenaceo, ha un andamento plano-altimetrico leggermente vario. Lo stemma comunale, partito semitroncato, è stato concesso con Decreto del Presidente della Repubblica. Nella prima sezione, smaltata di rosso, domina il busto di un vecchio, visto di profilo; il secondo campo, argentato, racchiude una stella azzurra a otto raggi; nella terza partizione, infine, campeggia una stella d’argento, anch’essa a otto raggi, su sfondo azzurro.

ECONOMIA

Oltre che dei consueti uffici municipali e postali, è sede di Pro Loco e stazione dei carabinieri. Si producono cereali, frumento, ortaggi, olive, castagne, uva e agrumi; è praticato anche l’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini ed equini. Le attività industriali sono limitate a qualche piccola impresa alimentare ed edile. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una rete distributiva, di dimensioni modeste ma sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della comunità, completa il panorama del terziario. Non si segnalano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. Nelle scuole locali si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non registri un significativo movimento di turisti, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare i semplici ma genuini prodotti del luogo e godere dell’aria salubre e delle bellezze dell’ambiente naturale. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le sue attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto. I rapporti con i comuni del circondario sono molto intensi; a essi la popolazione si rivolge anche per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi in genere. Tra gli appuntamenti tradizionali meritano di essere citate: le fiere del 27 aprile e dell’8 settembre e la sagra della cipolla, ad agosto. Il mercato settimanale si svolge il mercoledì. La festa del Patrono, San Giovanni Battista, viene celebrata il 29 agosto. È gemellata con Samos (Grecia).

LOCALITA'

Ferraina-Iofrida-Litri.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dalla fiumara Laverde, si estende nella parte meridionale della provincia, sul versante orientale del massiccio dell’Aspromonte, alle pendici del monte Lofri, alla sinistra del profondo vallone di Santa Caterina, vicino al Parco Nazionale dell’Aspromonte, tra San Luca, Sant’Agata del Bianco, l’isola amministrativa Africo (appartenente al comune omonimo) e Cosoleto. A 78 km dal casello di Rosarno, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, può essere raggiunta anche percorrendo la strada statale n. 106 Jonica, il cui tracciato si snoda a 11 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova ugualmente a 11 km. L’aeroporto è posto a 83 km; quello di Napoli/Capodichino è a 518 km. Il porto di riferimento dista 70 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 87 e 100. Inserita in circuiti turistici e commerciali, fa parte della Comunità montana “Aspromonte Orientale”. Il capoluogo di provincia e Locri sono i principali poli di gravitazione per il lavoro, il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bianco
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Samo
  • Ospedale: a Locri
  • Carabinieri: a Samo
  • Guardia di finanza: a Bianco
  • Vigili del fuoco: a Melito di Porto Salvo
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu