01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

ROGUDI

Organizza il tuo Viaggio

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 36,49 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 55 mt
  • Abitanti: 1.285
  • Densità: 35,22 ab./Kmq
  • Latitudine: 37° 55' 40,0''
  • Longitudine: 15° 45' 53,40''
  • Prefisso telefonico: 0965
  • C.A.P.: 89060
  • Codice ISTAT: 080068
  • Codice catasto: H489

STORIA

Attestata nel XVI secolo col nome Rigude, in documenti del Seicento è citata come Ricudi e Mottarichudi. Il toponimo viene fatto derivare dal greco “rogòdes”, ‘pieno di crepacci’, o “rexòdes”, ‘aspro’. Sede di un insediamento greco, di cui ancora si conservano il dialetto (grecanico) e le tradizioni, fu un casale della baronia di Amendolea. Possedimento di questa famiglia fin verso la fine del XV secolo, registrò in seguito diversi passaggi di proprietà, venendo assegnata ai Malda de Cardona, agli Abenavoli, ai Martirano, ai de Mendoza e ai Ruffo di Bagnara Calabra, che la tennero fino all’abolizione del feudalesimo. Gravemente colpita dal terremoto della seconda metà del Settecento, è stata poi abbandonata dalla popolazione, a causa delle frane inarrestabili: infatti i roghudesi, dopo secoli di permanenza presso il vecchio abitato sull’Amendolea, sono stati costretti ad andarsene e a dar vita a Roghudi Nuovo nella località San Leonardo, contigua a Melito di Porto Salvo. Non vi sono monumenti significativi, fatta eccezione per la chiesa parrocchiale.

STEMMA

DESCRIZIONE

“Comune sparso” con sede in Roghudi Nuovo. Di origini medievali, ha un’economia basata essenzialmente sulle tradizionali attività agricole. I roghudesi, che presentano un indice di vecchiaia nella media, sono concentrati nel capoluogo comunale. Il territorio, classificato di montagna e comprendente anche l’omonima isola amministrativa e le località disabitate Chorio e Roghudi Vecchio, ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate; le aree Messari-Lestizi e Pietracappella sono in contestazione rispettivamente con Condofuri e Roccaforte del Greco. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, è interessato da una forte crescita edilizia; situato in posizione panoramica, su un pianoro inclinato verso il mare, ha un andamento plano-altimetrico pianeggiante. Il vecchio nucleo sorge, invece, su un sottile sperone roccioso, in uno dei luoghi più selvaggi e belli della regione; l’intreccio di case, vicoli, catoi e scalette ne fa un piccolo capolavoro di architetture spontanee e di soluzioni geniali, inventate dai residenti, che hanno sempre dovuto fare i conti con una natura alquanto ostile. Sullo sfondo rosso dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, si rappresenta una pecora d’argento posta su una verde pianura e accompagnata, in capo, da due spighe di grano d’oro, decussate.

ECONOMIA

Se si escludono i consueti uffici municipali e postali, non ve ne sono altri degni di nota. Sul posto manca la stazione dei carabinieri, per cui le funzioni di autorità di pubblica sicurezza sono, all’occorrenza, svolte dal sindaco. L’agricoltura si basa sulla produzione di cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive e frutta, soprattutto uva e agrumi; è praticato anche l’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L’industria è pressoché assente. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una modesta rete distributiva completa il panorama del terziario. Non si segnalano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. È possibile frequentare soltanto le scuole materne ed elementari; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Non vi sono strutture ricettive. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

L’aria salubre, la genuinità dei prodotti locali e le bellezze dell’ambiente naturale, unitamente alla conservazione delle antiche tradizioni grecaniche, costituiscono valide risorse, il cui sfruttamento potrebbe portare a un incremento della presenza turistica nella zona. Specialità gastronomiche roghudesi sono: la capra bollita con odori o al ragù e i dolci di Natale, a base di frutta. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le sue attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto; diffuso è il pendolarismo verso le aree più sviluppate. I rapporti con i comuni vicini sono molto intensi; a essi la popolazione si rivolge anche per motivi di studio e per usufruire dei servizi non forniti localmente. Tra le manifestazioni tradizionali meritano di essere citate: le fiere della prima domenica di luglio, agosto e settembre e la festa della Madonna della Catena, il 25 agosto. Il mercato settimanale si svolge la domenica. La Patrona, Santa Maria delle Grazie, si festeggia il 2 luglio.

LOCALITA'

horio, Mesari Lestizi, Pietracappella, San Leonardo.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dalla fiumara Amendolea, si estende nella parte meridionale della provincia, sui rilievi a sud del massiccio dell’Aspromonte, alle pendici del monte Cavallo, vicino al Parco Nazionale dell’Aspromonte, circondata dal territorio di Melito di Porto Salvo. A 62 km dal casello di Reggio Arangea, posto sul raccordo di Reggio di Calabria, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, può essere raggiunta anche percorrendo la strada statale n. 183 Aspromonte-Jonio, il cui tracciato si snoda a 22 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 33 km. L’aeroporto è a 52 km; quello di Napoli/Capodichino si trova a 557 km. Il porto di riferimento dista 56 km; quello di Villa San Giovanni 69. Inserita nell’ambito territoriale della Comunità montana “Versante ionico meridionale”, gravita prevalentemente sul capoluogo provinciale e su Melito di Porto Salvo per il lavoro, il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bova Marina
  • Porto: a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Roghudi
  • Ospedale: a Melito di Porto Salvo
  • Carabinieri: a Melito di Porto Salvo
  • Guardia di finanza: a Melito di Porto Salvo
  • Vigili del fuoco: a Melito di Porto Salvo
  • Tribunale: a Reggio di Calabria
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu