01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

ROCCELLA JONICA

Organizza il tuo Viaggio

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 37,48 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 16 mt
  • Abitanti: 6.745
  • Densità: 179,96 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 19' 25,61''
  • Longitudine: 16° 24' 17,9''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89047
  • Codice ISTAT: 080067
  • Codice catasto: H456

STORIA

È sorta in una zona abitata fin da epoca protostorica, come testimonia la necropoli, del IX-VIII secolo a.C., rinvenuta nei suoi dintorni. Secondo alcuni studiosi, sarebbe nata sulle rovine dell'antica Amphissa. Corrispondente forse a un Rupella citata in un documento del secolo XI, si è chiamata Roccella fino al 1863, quando un regio decreto aggiunse la specificazione, per distinguerla dalle località omonime. La prima parte del toponimo è un diminutivo del calabrese “rocca”, ‘roccia, sasso', per cui ha il significato di ‘piccola roccia'. Possedimento del nobile casato dei Collepietro, che la persero perché accusati di fellonia, nel Quattrocento fu concessa dal re Ferdinando d'Aragona ai Carafa della Spina, in segno di riconoscenza per l'aiuto ricevuto durante la congiura dei baroni. Rimasta sotto la signoria di questa famiglia fino all'eversione del feudalesimo, fu più volte attaccata dai turchi: sul finire del XVI secolo, si distinse per l'eroica resistenza opposta al pirata Pascià Cicala. Merita di essere visitato il borgo-castello, con la rocca dei Carafa, un piccolo nucleo di vecchie case ben conservate, un recinto murato, i resti del castello angioino e del settecentesco palazzo feudale, alcune chiese e una torre circolare, di origini medievali ma rifatta nel Cinquecento. Interessanti sono anche: la chiesa madre, contenente un bel crocifisso cinquecentesco; il santuario della Madonna delle Grazie, della metà del XVI secolo, con una pregevole tela, del Seicento; le due grandi colonne di porfido egiziano, che, portate in loco forse in età romana, sono state di recente collocate sul lungomare.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro rivierasco, ubicato in collina e di antiche origini, la cui economia si basa su attività agricole, industriali e terziarie, oltre che sul turismo. I roccellesi, che presentano un indice di vecchiaia nella media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce tra numerose case sparse e la località Canne, oltre che nei nuclei urbani Bosco Catalano, Cutunizza, Ferraro, Mancino e Randacoli. Il territorio, in cui sgorga una sorgente di acqua sulfurea, ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate. L'abitato, col suggestivo borgo-castello, è interessato da una forte crescita edilizia; allargatosi lungo il litorale, ha un andamento plano-altimetrico vario.

ECONOMIA

Oltre che dei consueti uffici municipali e postali, è sede del distretto scolastico n. 36, di Pro Loco, carabinieri e guardia di finanza. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta; si allevano bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L'industria è costituita da aziende che operano nei comparti alimentare, edile, metallurgico, tessile, dei materiali da costruzione, della produzione e distribuzione di gas, della fabbricazione di strumenti ottici e fotografici; a queste si affianca una centrale elettrica. Tra le produzioni artigianali spicca quella delle ceramiche. È presente il servizio bancario; una sufficiente rete distributiva completa il panorama del terziario. Tra le strutture sociali si segnala un asilo nido. È possibile frequentare le scuole dell'obbligo, un istituto tecnico industriale e un liceo scientifico; per l'arricchimento culturale si può usufruire della biblioteca comunale. Alla diffusione della cultura e dell'informazione provvede anche la locale emittente radiotelevisiva. Le strutture ricettive offrono possibilità sia di ristorazione che di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Stazione balneare, inserita pure negli itinerari dell'agriturismo reggino, registra un consistente movimento di visitatori. è molto frequentata anche per lavoro, grazie alle sue attività produttive e allo sviluppo dell'indotto turistico, che consentono un discreto assorbimento di manodopera. Tra gli eventi ricorrenti vanno citati: il mercatino rionale, ogni martedì; la stagione concertistica della Locride (promossa dall'associazione culturale ionica), che si apre il 3 dicembre e si chiude il 2 giugno; la festa del nonnino, le manifestazioni “Roccella com'era?” e “Arriva la befana”, a gennaio; il carnevale; i riti pasquali; la festa della Madonna delle Grazie, la sagra del tonno, la gara libera di pesca a traino, le gare drifting notturna al pesce spada e big-game al tonno gigante, valevole per il campionato italiano di pesca, a luglio; diversi spettacoli teatrali, mostre e passeggiate ecologiche, a luglio e ad agosto; la fiera campionaria, i festival del jazz, le manifestazioni “Marecross” e i “Rumori mediterranei”, ad agosto; il Natale roccellese e varie rassegne cinematografiche e teatrali, nel corso dell'anno. La festa del Patrono, San Vittorio, si celebra il 21 maggio.

LOCALITA'

Bosco Catalano, Canne, Mancino, Spanò, Sprigliano.

LOCALIZZAZIONE

È situata nella parte settentrionale della provincia, a confine con quella di Vibo Valentia, sulla costa ionica. A 46 km dal casello di Rosarno, che immette sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è raggiungibile anche con la strada statale n. 106 Jonica, il cui tracciato ne attraversa il territorio. La linea ferroviaria Taranto-Reggio di Calabria ha uno scalo sul posto. L'aeroporto si trova a 110 km; quello di Napoli/Capodichino è a 486 km. È dotata di un porto turistico. Il porto di riferimento dista 59 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 108 e 96. Inserita in circuiti turistici e commerciali, fa parte della Comunità montana “Stilaro Allaro”; il capoluogo di provincia, Siderno e Locri sono i principali poli di gravitazione per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Roccella Jonica
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Roccella Jonica
  • Ospedale: a Siderno
  • Carabinieri: a Roccella Jonica
  • Guardia di finanza: a Roccella Jonica
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui

AGRITURISMO

Agriturismo Agriclub Le Giare - Contrada Marano Strada Statale 106, Km 111 - tel. 0964-85170

AGRITURISMO

Agriturismo Domolà - Via Cappelleri, 60 - tel. 0964-863604

HOTEL

Hotel Kennedy Club - Contrada Lacchi Strada Statale 106 Km 113 - tel. 0964-863394/863134

HOTEL

Hotel Mediterraneo - Via XXV Aprile, 4 - tel. 0964-863388

HOTEL

Hotel Miramare - Via Nuova Roma, 103 - tel. 0964-84243

HOTEL

Hotel Parco Dei Principi - Località Barruca Strada Statale 106 Al Km 111 - tel. 0964-860201

HOTEL

Hotel Park Gianfranco - Via Cappelleri ,Strada Statale 106 - tel. 0964-84767


Torna ai contenuti | Torna al menu