01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

PLATI'

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • uperficie: 50,01 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 300 mt
  • Abitanti: 3.762
  • Densità: 75,22 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 13' 14,24''
  • Longitudine: 16° 2' 39,78''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89039
  • Codice ISTAT: 080060
  • Codice catasto: G735

STORIA

Sul finire del XV secolo, il re Ferdinando d’Aragona diede la foresta di Santa Barbara e i prati circostanti a un certo Pietrantonio Spinelli, principe di Cariati. Costui, per coltivare il possedimento, fece arrivare da Cosenza un gruppo di coloni, al quale concesse il diritto di stabilirsi nella zona senza dover pagare tributi. Sorse così, verso la metà del Cinquecento, il suo nucleo originario. Il toponimo, che nella dizione dialettale è Pratì, deriva dal greco “platùs”, ‘largo’. Infeudata agli Spinelli, venne gravemente danneggiata dal terribile terremoto della seconda metà del XVIII secolo. I francesi, all’inizio dell’Ottocento, ne fecero dapprima un’università del cosiddetto governo di Ardore e poi un comune del circondario avente come capoluogo questo centro, nella cui giurisdizione fu mantenuta anche dalla legge borbonica che diede un nuovo assetto amministrativo alla regione, attraverso l’istituzione delle nuove province di Catanzaro e Reggio di Calabria. La storia post-unitaria si confonde con quella del resto della penisola. L’elemento di maggior pregio del patrimonio storico-architettonico è rappresentato dalla chiesa madre che, pur rimaneggiata più volte, conserva la struttura originaria, un pregevole portale centrale e un campanile laterale.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro montano, di origini relativamente recenti, che alle tradizionali attività agricole ha affiancato alcune modeste iniziative industriali. I platiesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, risiedono soprattutto nel capoluogo comunale, in cui si registra la maggiore concentrazione demografica, e nelle località Cirella, Lacchi, Lauro e Senole-Bosco; il resto della popolazione si distribuisce tra numerose case sparse e i nuclei Arsanello e Gioppo. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.572 metri di quota; le aree Contrada Negrella e Petrulli sono in contestazione rispettivamente con Careri e Oppido Mamertina. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, è interessato da una forte crescita edilizia; il suo andamento plano-altimetrico è leggermente vario. Sullo sfondo verde dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, domina un’aquila nera coronata, recante uno scudetto d’oro, attraversato da una fascia azzurra in cui spiccano tre stelle d’argento a cinque raggi; il rapace è accompagnato da tredici stelle dorate a cinque raggi.

ECONOMIA

Oltre che degli uffici deputati al funzionamento dei normali servizi municipali e postali, è sede di carabinieri e corpo forestale. L’agricoltura, basata sulla produzione di cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta, è integrata dall’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti alimentare, edile e della fabbricazione di mobili e laterizi. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una rete distributiva, di dimensioni modeste ma sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della comunità, completa il panorama del terziario. Non si registrano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. Nelle scuole locali si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono la sola possibilità di ristorazione; quelle sanitarie assicurano il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non figuri tra le mete turistiche più celebrate della zona, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare i semplici ma genuini piatti della sua cucina, godere delle bellezze dell’ambiente naturale ed effettuare interessanti escursioni alla volta sia dei rilievi circostanti che della vicina costa ionica. La mancanza di attività lavorative in grado di assorbire la manodopera locale ha fatto sì che tra il censimento del 1981 e quello del 1991 si registrasse un saldo migratorio negativo. Tra gli appuntamenti tradizionali merita di essere citata la sagra del formaggio, ad agosto. Il mercato settimanale si svolge il mercoledì. La festa patronale, dedicata alla Madonna di Loreto, viene celebrata il 15 agosto.

LOCALITA'

Cirella, Contrada Negrella, Gioppo, Lacchi, Lauro, Petrulli, Senole-Bosco, Senoli.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dall’omonima fiumara, si estende nella parte centrale della provincia, a sud dell’Appennino calabro, alle pendici del monte Aria di Vento, nell’alta valle della fiumara di Careri, vicino al Parco Nazionale dell’Aspromonte, tra Oppido Mamertina, Santa Cristina d’Aspromonte, Careri, Benestare, Ardore, Ciminà e Varapodio. A 60 km dal casello di Bagnara Calabra, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, può essere raggiunta anche con la strada statale n. 112 d’Aspromonte, il cui tracciato ne percorre il territorio. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 18 km. L’aeroporto è posto a 88 km; quello di Napoli/Capodichino si trova 495 km. Il porto più vicino dista 45 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 87 e 74. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Aspromonte Orientale”, ha nel capoluogo di provincia e in Locri i principali poli di gravitazione per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bovalino
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Platì
  • Ospedale: a Locri
  • Carabinieri: a Platì
  • Guardia di finanza: a Bianco
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu