01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

GALATRO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO GALATRO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 50,51 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 158 mt
  • Abitanti: 1.864
  • Densità: 36,90 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 27' 34,51''
  • Longitudine: 16° 6' 31,69''
  • Prefisso telefonico: 0966
  • C.A.P.: 89054
  • Codice ISTAT: 080035
  • Codice catasto: D864

STORIA

l toponimo, che in un documento dell’inizio del XIV secolo compare nella forma Galato, va riportato al greco “xàradros”, ‘voragine, burrone’. Assegnata dal conte Ruggero al vescovo di Mileto, entrò in seguito a far parte del vasto feudo di Plaesano, di cui condivise le sorti, venendo assoggettata alla signoria di diversi rami della famiglia dei Caracciolo. A questi subentrarono i Milano Franco d’Aragona, che la tennero fino al crollo del sistema feudale. Quasi del tutto distrutta dal terremoto della seconda metà del Settecento, venne ricostruita nel sito attuale, ritenuto più sicuro. Ai tempi della Repubblica Partenopea, fu compresa nel cantone di Satriano. I francesi, a principio del XIX secolo, dapprima ne fecero un’università del cosiddetto governo satrianese e poi la elevarono a capoluogo di un circondario, nella cui giurisdizione rientravano Maropati, Cinquefrondi, Giffone e Anoia. Verso la metà dell’Ottocento, perse Plaesano, che fu riunito a Feroleto della Chiesa. Fu danneggiata anche dal sisma dell’inizio del XX secolo. Tra i monumenti figurano: la parrocchiale di San Nicola, contenente varie opere d’arte e argenterie sacre sei-settecentesche; la chiesa della Madonna della Montagna, in cui si può ammirare, tra l’altro, un pregevole altare barocco, e i ruderi del monastero basiliano di Sant’Elia.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro montano, di origini incerte, che alle tradizionali attività agricole ha affiancato modeste iniziative industriali. I galatresi, con un indice di vecchiaia nella media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce in numerosissime case sparse. Il territorio, in cui sgorga una sorgente di acqua minerale, detta di Sant’Elia, ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.143 metri di quota; l’area Acqua Rugiada è in contestazione con Grotteria. L’abitato, con un pittoresco nucleo di vecchie case, ricco di vicoli e gradinate, mostra segni di espansione edilizia; situato in una ridente posizione, ai piedi di una montagna boscosa, ha un andamento plano-altimetrico leggermente vario. Lo stemma comunale, troncato semipartito, è stato concesso con Decreto del Presidente della Repubblica. Nella prima sezione, azzurra, si rappresenta un vescovo nell’atto di benedire, mentre trattiene un pastorale d’oro; il secondo campo, argenteo, racchiude un leone nero coronato che impugna uno scudo, timbrato da una corona d’oro a cinque punte: nel primo e quarto campo spicca un giglio d’oro su fondo azzurro, mentre il secondo e terzo riquadro sono costituiti da pali rossi e dorati. La terza partizione, infine, è troncata: vi sono raffigurati, su sfondo aureo e rosso rispettivamente, un leone nero coronato e un’inferriata d’argento.

ECONOMIA

Se si escludono la stazione dei carabinieri e i consueti uffici municipali e postali, non ve ne sono altri degni di nota. L’agricoltura, basata sulla produzione di cereali, frumento, ortaggi, olive, uva e agrumi, è integrata dall’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti alimentare (tra cui il lattiero-caseario), edile, della lavorazione del legno e della fabbricazione di mobili. Il terziario si compone di una sufficiente rete commerciale e dell’insieme dei servizi, che comprendono quello bancario. Non si segnalano particolari strutture sociali, sportive e per il tempo libero. Nelle scuole del posto si impartisce l’istruzione obbligatoria; per l’arricchimento culturale si può usufruire della biblioteca comunale. Non vi sono strutture ricettive. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Stazione termale, dotata di un piccolo ma ben tenuto stabilimento di cura, registra un consistente movimento di turisti, cui offre la possibilità di godere delle proprietà terapeutiche delle sue acque minerali, scoperte dai monaci di San Basilio, intorno al IX secolo. Intrattiene rapporti non molto intensi con i comuni vicini, ai quali la popolazione si rivolge per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non forniti sul posto. Tra gli eventi ricorrenti vanno citati: il mercato settimanale del venerdì e la festa e la fiera di Santa Maria della Montagna, il 6, il 7 e l’8 settembre. Il Patrono, San Nicola, si festeggia il 6 dicembre.

LOCALITA'

Acqua Rugiada.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dal fiume Metramo, si estende nella parte settentrionale della provincia, a confine con quella di Vibo Valentia, ai margini della piana di Rosarno, sulle pendici sud-orientali dell’altopiano delle Serre, tra Grotteria, Mammola, Giffone, Maropati, Feroleto della Chiesa, Laurena di Borrello, San Pietro di Caridà e Fabrizia (VV). A 13 km dal casello di Rosarno, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è raggiungibile anche con la strada statale n. 536 di Acquaro, il cui tracciato si snoda a 3 km dall’abitato. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Cinquefrondi-Palmi, si trova a 13 km. L’aeroporto di riferimento è situato a 80 km; quello di Napoli/Capodichino è a 457 km. Il porto più vicino dista 29 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 78 e 66. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Versante tirrenico settentrionale”, gravita principalmente sul capoluogo provinciale, su Palmi e su Polistena per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Cinquefrondi
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Gàlatro
  • Ospedale: a Polistena
  • Carabinieri: a Gàlatro
  • Guardia di finanza: a Taurianova
  • Vigili del fuoco: a Polistena
  • Tribunale: a Palmi
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu