01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

CIMINA'

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 48,77 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 313 mt
  • Abitanti: 627
  • Densità: 12,86 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 14' 43,9''
  • Longitudine: 16° 8' 26,40''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89040
  • Codice ISTAT: 080026
  • Codice catasto: C695

STORIA

Fondata, secondo alcuni studiosi, da profughi albanesi o greci che, in epoca tardo-medievale, si sarebbero rifugiati sul declivio del monte San Pietro, per porsi al riparo dagli invasori turchi, per altri sarebbe sorta nel corso del XVII secolo, allo scopo di rendere più agevole la vita di quanti erano impegnati a lavorare le campagne circostanti. Il toponimo deriva dal greco “kùminos”, ‘comino’; la finale in -à proviene da un precedente -às e corrisponde al suffisso greco “-as”, usato specialmente per indicare le località in cui abbonda una pianta. Casale di Condojanni, ne seguì le vicende, restando assoggettata alla signoria dei Carafa, principi di Roccella Jonica, fino all’abolizione del feudalesimo. Gravi furono i danni causati dal terremoto della seconda metà del XVIII secolo. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, all’inizio dell’Ottocento, fu inclusa dapprima tra le università del cosiddetto governo di Gerace e poi tra i comuni del circondario facente capo a questo a centro, nella cui giurisdizione fu mantenuta anche dai Borboni. La storia post-unitaria si confonde con quella del resto della regione. L’elemento di maggior pregio del patrimonio storico-architettonico è rappresentato dalla chiesa parrocchiale, risalente al XVII secolo. Interessanti sono anche: un’antica fontana-abbeveratoio e alcune case della parte più alta dell’abitato, realizzate in un tufo giallo-viola, difficilmente reperibile in altri posti della Calabria.

STEMMA

DESCRIZIONE

Comune montano, di origini incerte, con un’economia di tipo essenzialmente agricolo. I ciminesi, che presentano un indice di vecchiaia particolarmente elevato, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce tra numerose case sparse e nei nuclei urbani Camuti, Fantò e Porciaglia. Il territorio, in cui si trovano alcuni giacimenti di lignite, ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.045 metri di quota. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, non mostra segni di espansione edilizia; alquanto pittoresco, con l’insieme di vicoli, sottopassaggi e scalette e la distesa di tetti coperti dalle “ceramide”, cioè dalle tegole ricurve, è sovrastato da un vecchio calvario; situato su un dosso scistoso, ha un andamento plano-altimetrico leggermente vario.

ECONOMIA

Oltre che degli uffici deputati al funzionamento dei normali servizi municipali e postali, è sede di carabinieri e corpo forestale. L’agricoltura si basa sulla produzione di cereali, frumento, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta; è praticato anche l’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. Le attività industriali, limitate a qualche piccola impresa alimentare ed edile, sono pressoché irrilevanti. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una modesta rete commerciale completa il panorama del terziario. Non si registrano strutture sociali degne di nota. Nelle scuole del posto si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Non vi sono strutture ricettive. A livello sanitario è assicurato il solo servizio farmaceutico; per altre prestazioni occorre rivolgersi ai centri limitrofi.

PUNTI DI INTERESSE

L’aria salubre, la genuinità dei prodotti del luogo e le bellezze dell’ambiente naturale costituiscono valide risorse, il cui sfruttamento potrebbe portare a un incremento della presenza turistica nella zona. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le sue attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto; diffuso è il pendolarismo verso le aree più sviluppate. I rapporti con i comuni del circondario sono molto intensi; a essi la popolazione si rivolge anche per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili localmente. Tra gli appuntamenti consueti, che animano il borgo, richiamando visitatori dai dintorni, merita di essere citata la festa di San Rocco, dal 7 al 10 agosto. Il mercato settimanale si svolge il lunedì. La festa del Patrono, San Nicola, si celebra il 6 dicembre.

LOCALITA'

Camuti, Crasto, Fantò, Porciaglia.

LOCALIZZAZIONE

Si estende nella parte centrale della provincia, sulle propaggini a sud-est dell’Appennino calabro, nel versante nord-orientale del massiccio dell’Aspromonte, alla sinistra dell’alta fiumara di Condojanni, tra Ardore, Sant’Ilario dello Jonio, Antonimina, Cittanova, Molochio, Varapodio e Platì. A 67 km dal casello di Rosarno, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, è raggiungibile anche percorrendo le strade statali n. 106 Jonica e n. 112 d’Aspromonte, i cui tracciati si snodano a 13 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 14 km. L’aeroporto è a 100 km; quello di Napoli/Capodichino si trova a 505 km. Il porto di riferimento dista 62 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 102 e100. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Aspromonte Orientale”, ha nel capoluogo di provincia e in Locri i principali poli di gravitazione per il lavoro, il commercio, i servizi e le esigenze di ordine burocratico-amministrativo che non possono essere soddisfatte sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: ad Ardore
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Ciminà
  • Ospedale: a Locri
  • Carabinieri: a Ciminà
  • Guardia di finanza: a Locri
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu