01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

CAULONIA

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 100,73 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 300 mt
  • Abitanti: 7.392
  • Densità: 73,38 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 22' 51,15''
  • Longitudine: 16° 24' 31,29''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89041
  • Codice ISTAT: 080025
  • Codice catasto: C285

STORIA

Fu fondata dai profughi di Caulonia, colonia achea, distrutta dai siracusani, nel IV secolo a.C., per essersi schierata dalla parte di Pirro. Chiamata a lungo Castelvetere, nome composto da “castello” e da un derivato del latino VETUS, VETERIS, ‘vecchio’, assunse la denominazione attuale con un regio decreto del 1863, in base all’opinione infondata che la vuole identificare con l’omonima località, i cui resti sono stati individuati presso punta Stilo. L’antica presenza umana nella zona è tuttavia testimoniata dai reperti archeologici rinvenuti nei pressi della costa. Feudo di Enrico Filangieri, nel Duecento, passò poi ai Ruffo di Catanzaro e ai Centelles. Nella seconda metà del XV secolo, fu assegnata a Galeotto Baldossino, al quale subentrarono i Carafa di Roccella Jonica, che la tennero fino all’eversione del feudalesimo. Teatro, sul finire del Cinquecento, di una famosa battaglia contro i turchi, a metà degli anni Quaranta fece parlare di sé, allorché gli abitanti tentarono di instaurare uno stato autonomo. I moti, durati pochi giorni, si conclusero con l’arresto del loro capo, Pasquale Cavallaro e dei suoi seguaci. Tra le testimonianze storico-architettoniche spiccano: i resti di un castello medievale; la chiesetta di Santo Zaccaria, con affreschi del XII-XIII secolo; la seicentesca chiesa madre, contenente, tra l’altro, la monumentale tomba di Vincenzo Carafa; la coeva chiesa dell’Immacolata; quella sconsacrata di San Leo; i palazzi Musco, Campisi e Hyeraci e la torre Camillara, del Cinquecento, facente parte del sistema difensivo costiero, in località Casigli.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro rivierasco, ubicato in collina e di antiche origini, che accanto all’agricoltura e all’industria ha sviluppato il turismo. La maggior parte dei cauloniesi o cauloniati, con un indice di vecchiaia nella media, si distribuisce tra il capoluogo comunale, numerosissime case sparse e le località Caulonia Marina, Campoli Cerasara, Campoli Rupetti, Focà, San Nicola, Ursini, Vasì, Calatria e Carrubbara-Liserà. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.241 metri di quota. L’abitato, con pregevoli testimonianze del passato, è interessato da una forte crescita edilizia; posto su tre colli, ha un andamento plano-altimetrico vario. Sullo sfondo azzurro dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, campeggia un castello d’argento, munito di tre torri e merlato alla guelfa.

ECONOMIA

È sede di Pro Loco nonché di carabinieri e corpo forestale. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta; si allevano bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. L’industria è costituita da aziende che operano nei comparti alimentare (tra cui il lattiero-caseario e quello della lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi), edile, metallurgico, dei materiali da costruzione, della lavorazione del legno e della fabbricazione di strumenti ottici e fotografici. È presente il servizio bancario; una sufficiente rete distributiva e attività di consulenza informatica arricchiscono il panorama del terziario. Non si segnalano strutture sociali degne di nota. È possibile frequentare le scuole dell’obbligo e un istituto tecnico agrario; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione e di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Stazione balneare, registra un consistente movimento di turisti, cui offre la possibilità di gustare le specialità della sua cucina, praticare la pesca subacquea, visitare la locale zona archeologica e godere delle bellezze dell’ambiente naturale. Molto frequentata pure per lavoro, grazie alle attività produttive, che consentono un notevole assorbimento di manodopera, intrattiene rapporti non rilevanti con i comuni vicini, ai quali la popolazione si rivolge per i servizi non forniti sul posto. Tra le manifestazioni tradizionali meritano di essere citati: i concerti promossi dall’associazione culturale ionica, a febbraio e a Pasqua; i riti pasquali, con la processione del cosiddetto “caracolo”, di origine spagnola, il sabato Santo; la festa della Madonna dell’Aiuto, la rassegna dell’artigianato cauloniese e la sagra della salsiccia, della soppressata e del vino, ad agosto; la sagra della capra e la festa della Madonna di Crochi, a settembre; la rassegna dei presepi sotto i “gafj” e nei “catoj”, dal 24 dicembre al 6 gennaio, e le fiere del 4 maggio, del 15 agosto e del 21 ottobre. Il mercato settimanale si svolge il sabato. Il Patrono, Sant’Ilarione Abate, si festeggia il 21 ottobre.

LOCALITA'

Agromastelli, Barone, Calatria, Campoli, Campoli Cerasara, Campoli Rupetti, Campoli Sambucaro, Carrubbara, Caulonia Marina, Chiaravalle, Crochi, Cufò San Blasio, Ficara, Focà, Fratelleri, Gonnella, Liserà, Migliuso, Percia, Pezzolo, Pirarelli, Piticoni, Popelli, Rosagiono, Salincriti, San Nicola, Sorgiulia, Stefano, Strano, Tumba, Ursini, Vasì, Ziia.

LOCALIZZAZIONE

Situata a nord della provincia, a confine con quella di Vibo Valentia, sulla costa ionica, confina con Stignano, Placanica, Pazzano, Nardodipace (VV) e Roccella Jonica. A 60 km dal casello di Rosarno, che immette sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, può essere raggiunta anche percorrendo la strada statale n. 106 Jonica, il cui tracciato si snoda a 8 km. La linea ferroviaria Taranto-Reggio di Calabria ha uno scalo sul posto, situato a 8 km. Il collegamento con la rete del traffico aereo è assicurato dall’aeroporto che si trova a 125 km; quello di Napoli/Capodichino è a 483. Il porto di riferimento dista 71 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 121 e 109. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Stilaro Allaro”, gravita soprattutto sul capoluogo provinciale, Siderno e Locri per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Caulònia
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Caulònia
  • Ospedale: a Siderno
  • Carabinieri: a Caulònia
  • Guardia di finanza: a Roccella Jonica
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui

logo
AFRODITE ***
campeggio
Mare
Addr Indirizzo via: Lungomare Sud
Citta Località: Marina di Caulonia (Reggio Calabria) [Calabria]
Tel Telefono:             0964 82451      
Tel Telefono Inv.: 339 862390
Fax Fax : 0964 862390
Addr Periodi apertura: dal 1 Giugno al 30 Ottobre
- Servizi:
- 1 consiglio, gradimento medio: o o o o oo 
- Sito Web: www.campingafrodite.it
- Per consigliare questa struttura ...
- Segnalazione dati errati/incompleti

- Informazioni o Prenotazioni:
- Compila e invia la richiesta tramite e-mail
logo
CALYPSO ***
campeggio
Mare
Addr Indirizzo via: Nazionale
Citta Località: Marina di Caulonia (Reggio Calabria) [Calabria]
Tel Telefono: 0964             82028 - 339       1969830
Tel Telefono Inv.:             0964 82454      
Fax Fax : 0964 82028
Addr Periodi apertura: dal 1 Aprile al 30 Settembre
- Servizi:
- Sito Web: www.villaggiocalypso.com
- Posizione GPS struttura nelle mappe di Google
Posizione GPS struttura nelle mappe di TuttoCitta'
- Per consigliare questa struttura ...
- Segnalazione dati errati/incompleti

- Informazioni o Prenotazioni:
- Compila e invia la richiesta tramite e-mail
Tempo medio di lettura: 1 giorno

Torna ai contenuti | Torna al menu