01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

CAMINI

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 17,15 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 300 mt
  • Abitanti: 758
  • Densità: 44,20 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 25' 53,94''
  • Longitudine: 16° 28' 58,66''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89040
  • Codice ISTAT: 080017
  • Codice catasto: B481

STORIA

Sorta come casale di Stilo, di cui ha seguito tutte le vicende, deriva il toponimo dal greco “kamìnion”, ‘fornace’, diminutivo di “kàminos” (latino CAMINUS). È comune autonomo dal 1806, anno in cui le riforme napoleoniche sancirono il crollo del sistema feudale. Compresa nel cantone di Satriano, ai tempi della Repubblica Partenopea, col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, a principio del XIX secolo, fu inclusa fra le università del cosiddetto governo stilese. In questa condizione fu mantenuta anche dalla legge borbonica che diede un nuovo assetto alla regione, istituendo le province di Catanzaro, in sostituzione di Monteleone, e di Reggio di Calabria. La sua storia successiva non evidenzia avvenimenti di particolare rilievo, segue quella dei territori circostanti. Già gravemente danneggiata dal sisma della seconda metà del Settecento, fu colpita pure dai terremoti dell’inizio del XX secolo, a seguito dei quali fu ammessa a godere di alcuni benefici e venne disposto il consolidamento dell’abitato a totale carico dello stato. Il suo patrimonio storico-architettonico non si mostra particolarmente ricco. L’elemento di maggior pregio è rappresentato dalla chiesa parrocchiale, in cui si possono ammirare interessanti tele di varie epoche. Notevole è stato il movimento migratorio, che ha provocato un consistente calo demografico.

STEMMA

DESCRIZIONE

Comune rivierasco, ubicato in collina e di origini medievali, con un’economia di tipo prevalentemente agricolo. I caminesi, che presentano un indice di vecchiaia nella media, sono concentrati per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione è distribuito nei nuclei urbani Catenacci, Ellera, Torre Ellera e Travatura. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con accentuate differenze di altitudine; l’area Casemusco-Sanleonte è in contestazione con Stilo. L’abitato, immerso in una suggestiva cornice paesaggistica, è interessato da una forte crescita edilizia; situato su un cocuzzolo, ha un andamento plano-altimetrico vario.

ECONOMIA

Viste le piccole dimensioni della comunità, non vi sono particolari strutture burocratiche: le uniche attività del genere che vi si svolgono sono quelle connesse al funzionamento dei normali servizi municipali e postali. Per l’assenza sul posto della stazione dei carabinieri, le funzioni di autorità di pubblica sicurezza sono, all’occorrenza, esercitate dal sindaco. L’agricoltura si basa sulla produzione di cereali, frumento, ortaggi, olive e frutta, soprattutto uva e agrumi; si allevano bovini, suini, ovini, caprini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti alimentare, edile, della lavorazione del legno e della fabbricazione di laterizi. Modesta è anche la presenza del terziario: non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; la rete distributiva, di cui si compone, è sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della popolazione. Non si registrano strutture sociali, sportive e per il tempo libero degne di nota. Nelle scuole locali si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico; per altre prestazioni occorre rivolgersi altrove.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non figuri tra le mete turistiche più celebrate della zona, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare i semplici ma genuini piatti della sua cucina, godere delle bellezze dell’ambiente naturale ed effettuare piacevoli passeggiate nei dintorni. È poco frequentata pure per lavoro, in quanto le attività produttive non consentono di assorbire neppure tutta la manodopera del posto, costretta ogni giorno a raggiungere le aree più sviluppate. I rapporti con i comuni del circondario non sono molto intensi; a essi gli abitanti si rivolgono anche per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili localmente. A parte il mercato settimanale del mercoledì, non si segnalano particolari manifestazioni, che potrebbero animare la comunità richiamando visitatori dai dintorni. Il Patrono, San Nicola di Bari, si festeggia la prima domenica di agosto. Il giorno di astensione dal lavoro è il 6 dicembre.

LOCALITA'

Casemusco-San Leonte, Ellera, Torre Ellera, Travatura.

LOCALIZZAZIONE

Si estende nella parte nord-orientale della provincia, sulla costa ionica, fra le valli delle fiumare Stilaro e Allaro, sul versante di sud-est dell’altopiano delle Serre, tra Riace, Stignano e Stilo. A 8 km dalla strada statale n. 110 di monte Cucco e monte Pecoraro, può essere raggiunta anche percorrendo la statale n. 106 Jonica, che si snoda a 10 km. L’autostrada più vicina è la A3 Salerno-Reggio Calabria, cui si accede dal casello di Rosarno, distante 69 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, si trova a 10 km. L’aeroporto è posto a 128 km; quello di Napoli/Capodichino a 478. Il porto di riferimento dista 77 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 127 e 115. Inserita in circuiti commerciali, ha nel capoluogo di provincia, in Siderno e in Locri i principali poli di gravitazione per il lavoro, il commercio, i servizi e le esigenze di ordine burocratico-amministrativo che non possono essere soddisfatte sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Riace
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Camini
  • Ospedale: a Siderno
  • Carabinieri: a Riace
  • Guardia di finanza: a Monasterace
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu