01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

BOVALINO

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 17,95 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 11 mt
  • Abitanti: 8.652
  • Densità: 482,01 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 8' 56,42''
  • Longitudine: 16° 10' 39,16''
  • Prefisso telefonico: 0964
  • C.A.P.: 89030
  • Codice ISTAT: 080012
  • Codice catasto: B098

STORIA

Sorse a seguito dello spostamento forzato di gente dalle località costiere verso l’interno. Il toponimo, che in documenti redatti in greco, del XII e XIII secolo, compare nelle forme Uebalinou e Bebalinou, successivamente è attestato come Bubalino e Motta Bovalina; secondo alcuni studiosi, deriva dal latino BUBALINUS, ‘di bufalo’. Occupata dalle truppe del re Giaime, nella seconda metà del Duecento, fece parte della baronia di Bianco fino alla fine del XV secolo, quando fu infeudata ai Marullo, conti di Condojanni, dai quali passò a Sigismondo Loffredo e alla vedova di costui, Beatrice Orsini. In seguito pervenne a Sebastiano Vitale, ai del Negro, agli Spinelli, ai Caracciolo di Buccianico e ai Pescara Diano. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi, all’inizio dell’Ottocento, fu inclusa dapprima tra le università del cosiddetto governo di Ardore e poi tra i comuni del circondario facente capo a questo centro, nella cui giurisdizione fu mantenuta anche dai Borboni. Già colpita dal terremoto della seconda metà del XVIII secolo, fu danneggiata pure dal sisma del principio del Novecento. Tra i monumenti spiccano: la parrocchiale di Santa Maria della Neve, di fondazione medievale ma rifatta nel Settecento, in cui si possono ammirare pregevoli altari lignei seicenteschi e altre opere d’arte; la chiesa di Santa Maria del Soccorso o del Rosario, ricostruita in forme pseudo-rinascimentali, con un bel portale, di stile gotico-romanico, del XV secolo. Vale la pena di visitare anche l’interessante borgo-castello, con i ruderi della rocca feudale, di epoca normanna, e un nucleo di piccole case sei-settecentesche.

STEMMA

DESCRIZIONE

Centro rivierasco, ubicato in collina e di origini medievali, la cui economia si basa su attività agricole, industriali e terziarie, oltre che sul turismo. I bovalinesi, che presentano un indice di vecchiaia inferiore alla media, risiedono soprattutto nel capoluogo comunale e nella località Bosco Sant’Ippolito; il resto della popolazione si distribuisce tra numerose case sparse e il nucleo urbano San Nicola. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare, con accentuate differenze di altitudine: si raggiungono i 252 metri di quota. L’abitato, interessato da una forte crescita edilizia, si divide in due parti, Superiore e Marina, di cui la prima, situata all’interno, comprende il suggestivo borgo-castello, arroccato su una roccia; il suo andamento plano-altimetrico è pianeggiante.

ECONOMIA

È sede, tra l’altro, della Comunità montana nonché di Pro Loco e di stazione dei carabinieri. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive e frutta, in particolare uva e agrumi; si allevano bovini, suini, caprini e avicoli. L’industria è costituita da aziende che operano nei comparti alimentare (tra cui quello della lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi), edile, dei materiali da costruzione, del vetro, della lavorazione del legno, della gioielleria e oreficeria; a queste si affiancano una centrale elettrica e fabbriche di mobili, laterizi e prodotti petroliferi raffinati. È presente il servizio bancario; una buona rete distributiva, attività di consulenza informatica, assicurazioni e fondi pensione arricchiscono il panorama del terziario. Non si segnalano strutture sociali, sportive e per il tempo libero degne di nota. È possibile frequentare le scuole dell’obbligo, un istituto professionale per il commercio e un liceo scientifico; per l’arricchimento culturale si può usufruire della biblioteca comunale. Alla diffusione della cultura e dell’informazione provvedono anche le locali emittenti radiotelevisive. Le strutture ricettive offrono possibilità sia di ristorazione che di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Stazione balneare, sta registrando un forte sviluppo turistico, grazie al clima mite e alle bellezze dell’ambiente naturale, soprattutto della spiaggia, con la sabbia fine e dorata. Abbastanza frequentata per lavoro, grazie soprattutto alle sue attività produttive e allo sviluppo dell’indotto turistico, intrattiene rapporti non molto intensi con i comuni vicini, ai quali la popolazione si rivolge per i servizi non forniti sul posto. Tra le manifestazioni tradizionali, che contribuiscono ad aumentare il numero dei visitatori, vanno citati: il concerto di musica classica, a maggio, e ad agosto la sfilata di costumi d’epoca, del XV-XVI secolo, il convegno sulla moda, la gara nazionale di go-kart, la serata lirica, la sfilata di stilisti calabresi e il premio “Pericle d’oro”. Il mercato settimanale ha luogo il sabato. La festa del Patrono, San Francesco, viene celebrata il 2 aprile.

LOCALITA'

Bosco SantIppolito.

LOCALIZZAZIONE

Situata nella parte centro-orientale della provincia, lungo il litorale ionico, sul versante orientale del massiccio dell’Aspromonte, a nord della foce della fiumara Bonamico, tra Casignana, San Luca, Benestare e Ardore. Attraversata dalle strade statali n. 106 Jonica e n. 112 d’Aspromonte e a soli 2 km dalla diramazione di quest’ultima, può essere raggiunta anche con l’A3 Salerno-Reggio Calabria, dall’uscita di Rosarno, distante 59 km. La linea ferroviaria Taranto-Reggio di Calabria ha uno scalo sul posto. L’aeroporto si trova a 82 km; quello di Napoli/Capodichino a 499. Il porto di riferimento dista 62 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni 84 e 97. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Aspromonte Orientale”, gravita prevalentemente sul capoluogo provinciale e su Locri per i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bovalino
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Bovalino
  • Ospedale: a Locri
  • Carabinieri: a Bovalino
  • Guardia di finanza: a Bianco
  • Vigili del fuoco: a Siderno
  • Tribunale: a Locri
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui

NEWS

CN24
A lanciare l'allarme é l'assessore comunale alle Politiche sociali, servizi alle persone e politiche della famiglia del Comune di Bovalino, Ferdinando Rocca che ha scritto ai vertici dell'azienda sanitaria provinciale di Reggio. ...
Strill.it
Su iniziativa dell'Amministrazione Comunale diBovalino e della Federazione Arci Pesca, si è ufficialmente costituito domenica scorsa presso la sede comunale il “Centro Protezione Civile Città di Bovalino”. Presenti l'Assessore con delega alla ...

Torna ai contenuti | Torna al menu