01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

BOVA

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO BOVA

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 46,74 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 820 mt
  • Abitanti: 459
  • Densità: 9,82 ab./Kmq
  • Latitudine: 37° 59' 37,80''
  • Longitudine: 15° 55' 56,32''
  • Prefisso telefonico: 0965
  • C.A.P.: 89033
  • Codice ISTAT: 080011
  • Codice catasto: B097

STORIA

Sorta in un territorio abitato già in età neolitica, fu in seguito popolata da siculi, che decisero di abbandonare le coste, e da gente proveniente dall’Albania e dalle isole ioniche, la cui influenza sulla storia locale è ancora oggi testimoniata dalla conservazione di un dialetto greco-bizantino. Il toponimo, riportato da alcuni studiosi al greco “boua”, ‘gregge’ (da “bous”, ‘bue’), o “bòua”, ‘fossa da grano, silo’, viene da altri fatto derivare dal latino BOVA, ‘serpente’. Invano assediata dai saraceni, nel secolo XI, intorno al 1100 divenne sede vescovile, conservando il rito greco fino alla seconda metà del Cinquecento. Dall’epoca normanna e fino all’abolizione del feudalesimo, appartenne agli arcivescovi di Reggio di Calabria, che avevano il titolo di conti bovesi. Già gravemente colpita, nel XVI e XVII secolo, da terribili pestilenze, che ne decimarono la popolazione, ebbe molto a soffrire anche per i terremoti della seconda metà del Settecento e dell’inizio del Novecento. Del pregevole patrimonio storico-architettonico fanno parte: i ruderi del castello normanno, presso il quale sono stati ritrovati i resti di insediamenti bizantini e di una chiesa basiliana; i palazzi Nesci e Mesiano; l’ex cattedrale o chiesa di Santa Maria Isodia, contenente, tra l’altro, una cinquecentesca statua marmorea della Madonna col Bambino; la chiesa di S. Leo, del XVII secolo; la vecchia e la nuova chiesa di Santa Caterina; quelle dell’Immacolata, dello Spirito Santo e di S. Rocco e la cappella Mesiani, del Seicento.

STEMMA

DESCRIZIONE

Comune collinare, di antiche origini, con un’economia basata soprattutto sull’agricoltura. I bovesi, con un indice di vecchiaia particolarmente elevato, sono distribuiti tra il capoluogo comunale e numerosissime case sparse. Il territorio, in cui si trovano giacimenti di marmo e una sorgente di acqua sulfurea, ha un profilo geometrico irregolare, con differenze di altitudine molto accentuate: si raggiungono i 1.275 metri di quota; l’area Cagnuso-Boschetto è in contestazione con Africo. L’abitato, con un suggestivo nucleo storico, disposto a gradinata, non mostra segni di espansione edilizia; situato in posizione panoramica, sul declivio di un’altura isolata, ha un andamento plano-altimetrico leggermente vario.

ECONOMIA

Viste le piccole dimensioni della comunità, non vi sono particolari strutture burocratiche: le uniche attività del genere che vi si svolgono sono quelle connesse al funzionamento dell’ufficio postale e del municipio. Va però segnalata la presenza dei carabinieri e del corpo forestale. Si producono cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta; si allevano bovini, suini, ovini, caprini e avicoli. L’industria non è molto sviluppata, in particolare è attiva nel comparto della lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi. Non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; una modesta rete distributiva completa il panorama del terziario. Non si segnalano strutture sociali degne di nota. Nelle scuole del posto si impartisce l’istruzione obbligatoria; per l’arricchimento culturale si può usufruire della biblioteca vescovile e del museo paleontografico dell’arte contadina. Alla diffusione della cultura e dell’informazione provvede pure il locale periodico trilingue “I riza” (La radice). La capacità ricettiva è limitata alla sola ristorazione. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico.

PUNTI DI INTERESSE

Inserita negli itinerari dell’agriturismo reggino per la genuinità dei suoi prodotti e la suggestiva cornice paesaggistica, offre a quanti vi si rechino la possibilità di venire a contatto con un ambiente dal fascino particolare, in cui ancora si conservano le antiche tradizioni grecaniche. È poco frequentata per lavoro infatti le sue attività produttive non consentono di assorbire neppura tutta la manodopera interna. Tra gli eventi ricorrenti vanno citati: le “Panbovesiadi”, gare di atletica leggera fra alunni delle scuole ellenofone della Bovesia, del Salento pugliese e della Grecia, ad aprile; il festival grecanico, con esibizioni musicali e poetiche delle rappresentanze di tutta la comunità grecanica di Calabria, tra giugno e luglio; la “Agriespò Bovesia” e il memorial “G. Caridi”, con gare di bocce, a luglio; la festa di S. Rocco, ad agosto, e il trofeo veterani dello sport, a settembre. Il Patrono, San Leo, si festeggia il 5 maggio. Dal 1979 è gemellata con Paleo Faliro (Grecia).

LOCALITA'

Cagnuso-Boschetto.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dal torrente Sideroni, si estende a sud della provincia, alla sinistra della media valle della fiumara Amendolea, sul versante meridionale del massiccio dell’Aspromonte, tra Bova Marina, Palizzi, Staiti, le isole amministrative Africo e Roghudi (appartenenti agli omonimi comuni) e Condofuri. A 54 km dal casello di Reggio Arangea, posto sul raccordo di Reggio di Calabria, che immette sull’A3 Salerno-Reggio Calabria, può essere raggiunta anche con la strada statale n. 106 Jonica, il cui tracciato si snoda a 14 km dall’abitato. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Taranto-Reggio di Calabria, dista 15 km. L’aeroporto più vicino è posto a 47 km; quello di Napoli/Capodichino a 553 km. Il porto di riferimento dista 52 km; quello di Villa San Giovanni 65. Inserita in circuiti commerciali e nell’ambito territoriale della Comunità montana “Versante ionico meridionale”, ha nel capoluogo di provincia e in Melito di Porto Salvo i principali poli di gravitazione per il commercio, i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto

SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Bova Marina
  • Porto: a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: a Bova
  • Ospedale: a Melito di Porto Salvo
  • Carabinieri: a Bova
  • Guardia di finanza: a Bova Marina
  • Vigili del fuoco: a Melito di Porto Salvo
  • Tribunale: a Reggio di Calabria
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu