01. 02. 03. 06. 07.
Crea sito
08. 11.

Tutto Reggio Calabria & provincia pedia

Cerca

Vai ai contenuti

ANOIA

Organizza il tuo Viaggio

spot

FOTO

INDIETRO

SCHEDA

  • Superficie: 10,09 Kmq
  • Altezza s.l.m.: 210 mt
  • Abitanti: 2.292
  • Densità: 227,16 ab./Kmq
  • Latitudine: 38° 26' 6,89''
  • Longitudine: 16° 4' 47,61''
  • Prefisso telefonico: 0966
  • C.A.P.: 89020
  • Codice ISTAT: 080003
  • Codice catasto: A303

STORIA

Citata col nome Annosio in un documento dell’inizio del XIV secolo, nel Cinquecento è attestata come Anogeum. Il toponimo, derivante dal greco “tà anògaia”, ‘case soprane’, (da “anògaion”, ‘appartamento superiore, soffitta, solaio’), si riferiva in origine alla località poi detta Anoia Superiore. Nella seconda metà del XIII secolo, quando era già un borgo di una certa importanza, fu assegnata alla nobile famiglia dei de Mao, venendo in seguito assoggettata a diversi passaggi di proprietà: feudo dei de Orta, dei de Acquarola e dei Manili, appartenne anche ai Caracciolo di Gerace, ai Ruffo di Sinopoli e ai Paravagna. Quasi del tutto distrutta dal terremoto della seconda metà del Settecento, acquistò l’autonomia amministrativa col decreto francese del 1811, istitutivo dei comuni e dei circondari. Tornata sotto la dominazione borbonica, all’indomani del congresso di Vienna, prese parte ai moti risorgimentali. La storia post-unitaria non fa registrare avvenimenti di rilievo, seguendo quella del resto della regione. Merita di essere visitata la chiesa parrocchiale, con un alto campanile, una grossa cupola e, all’interno, pregevoli statue ottocentesche.

STEMMA

DESCRIZIONE

“Comune sparso”, con sede in Anoia Inferiore. Di origini incerte, alle tradizionali attività agricole ha affiancato una modesta presenza dell’industria. Gli anoiani, con un indice di vecchiaia nella media, sono distribuiti tra il capoluogo comunale, numerose case sparse e la località Anoia Superiore. Il territorio, classificato di collina, ha un profilo geometrico irregolare, con accentuate variazioni altimetriche. L’abitato, che non mostra segni di espansione edilizia, ha un andamento plano-altimetrico leggermente vario. Sullo sfondo azzurro dello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, spicca l’immagine di un santo vestito di bianco.

ECONOMIA

Non è sede di particolari strutture burocratiche, ospitando soltanto gli uffici deputati al funzionamento dei normali servizi municipali e postali. Per l’assenza sul posto della stazione dei carabinieri, le funzioni di autorità di pubblica sicurezza sono, all’occorrenza, esercitate dal sindaco. L’agricoltura, basata sulla produzione di ortaggi, olive, uva, agrumi e altra frutta, è integrata dall’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini e avicoli. L’industria è costituita da piccole aziende che operano nei comparti chimico, edile, metallurgico e della fabbricazione di laterizi. Modesta è anche la presenza del terziario: non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario; la rete distributiva, di cui si compone, è sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della popolazione. Non si registrano strutture sociali, sportive e per il tempo libero degne di nota. Nelle scuole locali si impartisce l’istruzione obbligatoria; manca una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico; per altre prestazioni occorre rivolgersi altrove.

PUNTI DI INTERESSE

Sebbene non figuri tra le mete turistiche più celebrate della zona, offre a quanti vi si rechino la possibilità di gustare i genuini piatti della sua cucina, godere di una suggestiva cornice paesaggistica ed effettuare interessanti escursioni nei dintorni. Abbastanza frequentata per lavoro, grazie alle attività produttive, che consentono un buon assorbimento di manodopera, intrattiene rapporti molto intensi con i comuni vicini, ai quali gli abitanti si rivolgono per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili sul posto. Tra le manifestazioni tradizionali, che animano la comunità, richiamando numerosi visitatori, meritano di essere citati: la festa di San Giuseppe e la sagra della zeppola, rispettivamente il 19 e il 21 marzo; i riti della settimana Santa, con la rappresentazione teatrale della Passione, in piazza; la celebrazione della Madonna del Carmelo, il 16 luglio; altri festeggiamenti in onore della Madonna hanno luogo la seconda domenica di agosto. Il Patrono, San Nicola, si festeggia il 6 dicembre.

LOCALITA'

Anoia Inferiore, Anoia Superiore.

LOCALIZZAZIONE

Attraversata dalla fiumara Sciarapotamo, si estende nella parte settentrionale della provincia, sui monti dell’Appennino calabro, ai margini della piana di Rosarno, tra Polistena, Cinquefrondi, Giffone, Maropati, Feroleto della Chiesa e Melicucco. Ad appena un chilometro dalla strada statale n. 536 di Acquaro, può essere raggiunta anche percorrendo la statale n. 281 del passo di Limina, che si snoda a soli 3 km dall’abitato. L’autostrada più vicina è la A3 Salerno-Reggio Calabria, cui si accede dal casello di Rosarno, distante 10 km. La stazione ferroviaria di riferimento, lungo la linea Cinquefrondi-Palmi, si trova a 4 km. L’aeroporto di riferimento è posto a 77 km; quello di Napoli/Capodichino è a 452. Il porto più vicino dista 24 km; quelli di Reggio di Calabria e di Villa San Giovanni si trovano a 74 e 61 km. Inserita in circuiti commerciali, gravita prevalentemente sul capoluogo di provincia, su Palmi e su Polistena.



SERVIZI

  • Stazione ferroviaria: a Cinquefrondi
  • Porto: a Gioia Tauro, a Reggio di Calabria e a Villa San Giovanni
  • Aeroporto: a Reggio di Calabria/Ravagnese
  • Farmacia: ad Anòia
  • Ospedale: a Polistena
  • Carabinieri: a Cinquefrondi
  • Guardia di finanza: a Taurianova
  • Vigili del fuoco: a Polistena
  • Tribunale: a Palmi
  • Corte d'Appello: a Reggio di Calabria

COLLABORA CON TUTTOREGGIOCAL

vuoi arricchire il contenuto, aggiungere informazioni, segnalere un evento per questo comune? vai qui


Torna ai contenuti | Torna al menu